martedì 22 gennaio 2008

Storia e genocidio indiano del Nordamerica

foto by Castello D'Albertis


Odio studiare o leggere la storia con date e corrispondenze varie. E' secondo me il modo peggiore; al liceo ci hanno fatto studiare tante di quella date e di quei re che non ci ricordiamo quasi niente. Tempo perso. La storia secondo me andrebbe studiata diversamente, la guerra dei 100 anni, quella dei trenta, il passaggio del rubicone... si si ok.. ma la gente che faceva nel frattempo? Nella Grecia antica si sfidavano Sparta e Atene ok.. ma c'era un fermento culturale enorme, non ne parliamo? Se mi chiedete come viveva un greco al tempo di Platone non lo so...eppure sarebbe anche interessante e utile.


Le date e le ricorrenze però servono a noi per farci una cornice di ciò che è successo ai nativi nordamericani. Loro parlano di "genocidio"...come dargli torto?


Seguiranno presto storie di tribù, le varie usanze, testimonianze ecc...


Ho preso questa cronologia da bibliolab.it


20.000ca. Diffusione dell'uomo del Nordamerica. 9500 Paleolitico americano.
6000 Neolitico americano.
3600 Cultura del mais.
300 d.C. Lavoro del rame e dell'ossidiana.
700 Lavoro della ceramica.
1000 Contatti tra gli scandinavi della Groenlandia e gli indiani del Nordamerica orientale.
1492 Sbarco di Cristoforo Colombo nelle Antille.
1500 Corte Real fa prigionieri alcuni indiani del Nordamerica.
1535 J. Cartier scende lungo il San Lorenzo e fa prigionieri degli indiani.
1539 Gli indiani oppongono resistenza all'invasione in Florida guidata da Soto.
1541 Inizio della colonizzazione del Canada.
1550 Commercio di pellicce degli europei con tribù della costa orientale.
1605 Diffusione del cavallo; gli spagnoli a Santa Fe.
1607 Fondazione della Virginia.
1616 I primi missionari cattolici penetrano tra le tribù dell'Est.
1620 Sbarco, sulle coste della Nuova inghilterra, dei Padri Pellegrini della Mayflower
1624 Gli olandesi fondano Nuova Amsterdam.
1637 Massacro di Pequot da parte dei Puritani.
1640-50 Guerra franco-indiana. Gli Irochesi, alleati degli inglesi combattono, per il controllo del mercato delle pellicce, contro gli Huroni, alleati dei francesi e li sconfiggono --> i Chippewa emigrano verso sud e verso ovest per fuggire al conflitto e spingono Sioux e Cree verso la zona delle praterie --> guerre tra indiani
1642 Fondazione di Montreal.
1644 Rivolte indiane in Virginia. Gli Irochesi attaccano Montreal. Gli inglesi ribattezzano New Amsterdam con il nome di New York.
1665 Massacro degli Irochesi ad opera del reggimento di Carignan-Salières.
1675 Wampanoag e Narraganset attaccano le città della Nuova Inghilterra. King Philip guida la lotta; ma provvisti di poche armi gli indiani vengono sconfitti, chiusi in riserve e costretti alla conversione al cristianesimo. Poi saranno utilizzati come mercenari contro gli altri indiani e sarà insegnato loro a procurarsi scalpi: nel 1703 il governo del Massachaussets paga 12 sterline per scalpo, il compenso passerà a 100 nel 1722.
1695 I francesi si insediano sul delta del Mississippi.
1701 Autorizzazione reale per i coloni francesi a procurarsi schiavi indiani in Louisiana.
1710 Lotte degli indiani lungo il Mississippi contro francesi e inglesi.
1718 Fondazione di New Orleans.
1748-56 Gli indiani difendono strenuamente i territori dell'Ohio; si assiste a un duplice schieramento: gli Algonchini con i francesi, gli Irochesi con gli inglesi che intanto combattono tra loro la guerra dei 7 anni
1759 Gli inglesi conquistano Quebec.
1760-61 Guerra dei Cherokee.
1763 Trattato di Parigi: sancisce la vittoria degli inglesi e la fine della dominazione francese in America del nord. Massacro del Conestoga in Pennsylvania. Agli indiani viene riconosciuto il diritto sulle terre a ovest degli Appalachi.
1768 Gli Irochesi vengono respinti verso l'Ohio.
1769 I coloni inglesi occupano il Kentucky.
1775 Inizio della guerra d'indipendenza; gli indiani vengono coinvolti nel conflitto.
1778 Primo trattato fra gli Stati Uniti e i Delaware.
1783 Indipendenza dei 13 Stati e costituzione, quattro anni dopo, degli Stati Uniti.
1787-94 Rivolta dei Miami e degli Shawnee.
1795 Tecumseh si sforza di unificare gli indiani.
1803 Vendita della Louisiana agli Stati Uniti.
1811 Disfatta degli Shawnee a Tippecanoe.
1812 Guerra fra gli Stati Uniti e la Gran Bretagna; guerra dei Creek. Sauk, Fox e Sioux passano ad ovest del Mississippi.
1821 Gli Stati Uniti acquistano la Florida. Sequoya inventa un alfabeto per la lingua cherokee.
1824 Creazione del Bureau of Indian Affairs.
1825-30 Rivolta di Falco Nero.
1828 Pubblicazione della prima Gazzetta degli indiani.
1830 Deportazione delle tribù ad ovest del Mississippi.
1832 Morte di Falco Nero.
1834 L’esercito è incaricato di sorvegliare le riserve. Divieto di vendita di alcool agli indiani.
1835-40 I Seminole di Oseola oppongono resistenza in Florida.
1841 Legge di prelazione a favore dei pionieri dell'Ovest.
1847-48 Annessione agli Stati Uniti della Califomia, del Texas e dei territori a sud-est. Guerra dei Cayuse in California; gli indiani di queste terre perdono le loro terre.
1849 Scoperta dell'oro in Califomia.
1851 Trattato di Fort Laramie fra tribù di Nord-ovest e il Bureau of Indian Affairs.
1861-65 Guerra di Secessione. Rivolta dei Sioux nel Minnesota.
1862 Impiccagione di 39 Sioux a Mankato.
1862-65 Rivolta dei Navajo.
1863 Lotta di Kociss e di Mangas Colorado.
1864 Massacro dei Cheyenne a Sand Creek.
1865 Abolizione della schiavitù.
1866 Sioux distruggono il distaccamento Fetterman.
1867 Campagna di Handcook e Custer contro i Sioux.
1868 Massacro di Cheyenne sul Washita River da parte di Custer.
1868-75 Strage di bisonti; conquista dell'Ovest da parte dei pionieri.
1869 Completamento della ferrovia transcontinentale Pacific Railway.
1870 Costruzione della Northem Pacific Railway nel Minnesota.
1871 Massacro di Apaches al Camp Grant.
1872 Rivolta dei Modoc di Capitan Jack nell'Oregon.
1874 Scoperta dell'oro nelle terre sacre dei Sioux. Attacco dei Comanches ad Adobe Walls.
1876 Cavallo Pazzo resiste sulla riva del Rosebud. Toro Seduto sconfigge Custer a Little Big Hom.
1877 Ritiro dei Nasi Forati condotti da Capo Giuseppe nell'Oregon.
1878 Spedizioni dei Cheyenne di Coltello Spuntato.
1880-85 Lotta di Geronimo nel Sud-ovest.
1883 La Corte Suprema degli Stati Uniti decide che l'indiano d'America va considerato uno straniero.
1885 Rivolta dei Brulé in Canada.
1889 Apertura dell'Oklahoma alla colonizzazione bianca.
1890 Assassinio di Toro Seduto. Massacro di Wounded Knee.
1898 Rivolta degli Ojibway del Minnesota.
1914-18 Prima guerra mondiale; 10.000 indiani partecipano alla guerra.
1924 Gli indiani vengono riconosciuti cittadini degli Stati Uniti.
1929 Crisi economica.
1933 F.D. Roosevelt è eletto presidente.
1938 Diritto al voto rifiutato agli indiani in sette Stati.
1939-40 Seconda guerra mondiale: vi partecipano 30.000 indiani.
1944 Fondazione del National Congress of American Indians.
1950 Divieto per gli indiani delle riserve di comprare alcool e acquistare terre in determinati Stati.
1953 il Congresso delibera la soppressione della tutela dell'Amministrazione federale sulle riserve.
1960 Inizio del Movimento dei Diritti civili a favore dei neri.
1961 Inizio della guerra americana nel Vietnam. J.F. Kennedy è presidente. Fondazione del National Indian Youth Council.
1963 Assassinio di Kennedy.
1965 Assassinio di Malcolm X. Incontro dei Navajo con i militanti neri.
1968 Fondazione dell'American Indian Movement.
1969 Occupazione di Alcatraz.
1971 Occupazione della Mayflower III.
1972 Occupazione del Bureau of Indian Affairs a Washington.
1973 Occupazione del villaggio di Wounded Knee da parte di militanti dell'Aim.
1977 A Ginevra, a fine settembre, i pellirosse del Nordamerica accusano gli Stati Uniti di "genocidio" durante la conferenza delle popolazioni indigene del Nord, del Centro e del Sudamerica in una seduta del comitato legale presieduto da Niail McDermor, segretario generale della commissione internazionale dei giuristi. Si tratta del primo tentativo riuscito da parte degli indiani nordamericani per fare una difesa dei loro diritti in un foro internazionale.
1980 Dopo una battaglia giudiziaria di 60 anni, i Sioux hanno ottenuto, per decisione della Corte Suprema, 100 milioni di dollari per compensare la perdita delle Black Hills avvenuta nel 187 I. Si è detto che sia la loro più grande vittoria dopo Little Big Horn. Ma i capi richiedono la restituzione della terra piuttosto che il denaro. La giustizia farà il suo corso? Auguriamocelo. Un immenso sforzo dei pellerossa ha finito per produrre i suoi frutti, infatti molte tribù hanno già beneficiato d'importanti indennizzi. Così, in Canada, i Crees, cacciati dai loro territori per la costruzione nella baia di James della più grande diga idroelettrica del mondo, hanno ricevuto 220 milioni di dollari. Da parte loro, gli indigeni dell'Alaska riceveranno un miliardo nel giro di 10 anni.
1992 In occasione del quinto centenario della scoperta dell'America, una vibrata protesta si è levata da parte di tutta la popolazione indiana del Nordamerica contro le manifestazioni, che si sarebbero tenute in America e in Europa per celebrare un evento storico, che ebbe più il sapore di una sanguinosa conquista che di una scoperta.

4 commenti:

Frida ha detto...

:-) Bentornato!..Finalmente!
..secondo me..tu studi troppo! :)..
..e, come sempre con i tuoi post..tu fai il lavoro di ricerca e..noi ce lo ritroviamo bell'è pronto! :)
Al prossimo post, allora!..E non perderti a lungo..:-)
Ciao,
Frida

Il cane di Jack ha detto...

Bentornato e grazie per il post. Non voglio comunque distoglierti dagli studi. Penso che ai tuoi lettori interessi piuttosto sapere che ci sei e che, ogni tanto, pensi pure a loro.
Ciao
I.

EveRBerZ ha detto...

ragazzi...è anche perchè ho fatto il cazzone che non ho scritto..magari fossi uno che studia troppo! comunque cercherò di fare pause meno lunghe:)

Anonimo ha detto...

questo e' il discorso tenuto da un sioux ai suoi amici cheyennes prima della battaglia di little big horn ."in un primo momento abbiamo avuto pietà di quei poveri vagabondi senza casa e abbiamo dato loro da mangiare.Poi sono arrivati in tanti con i loro spregievoli animali, assolutamente immangiabili perchè castrati e dalla carne durissima.
Essi sono adatti solo a trainare i carri dei Wasichu(visi pallidi) che,se si asclude il caffè lo zucchero e i cerchioni di ferro che sostengono la copertura,coi quali si possono fare le punte per le frecce,sono pieni di cose inutili.Le donne dei Wasichu hanno un aspetto malaticcio e fanno sternutire.I soldati,venuti in seguito coi loro grandi e deboli cavalli,non hasnno una donna per uno,ma si dividono le poche che ci sono,cui regalano qualcosa ogni volta che dormono con loro.Quando un wasichu fa qualche cosa che non piace ad altri wasichu,questi gli legano una corda al collo e lo lasciano cadere dall'alto,in modo da strappargli lo spirito dal corpo.Essi parlano spesso dei grandi villaggi che si trovano laggiù dove si alza il sole.ma se é vero, perchè vengono nel nostro paese a cacciare il bisonte? vi dico io perchè: i wasichu sono malati e se anche questi villaggi di cui si vantano tanto esistono davvero, essi sono completamente disabitati, perchè tutti quanti sono morti, oer aver dormito troppo con quelle donne malate e per aver troppo mangiato quel bacon puzzolente. i pochi rimasti sono venuti qui e se non li uccidiamo tyutti ci contamineranno.