lunedì 10 dicembre 2007

La macchia nera


Questo è un quadro di Thomas Cole. Si intitola "The Oxbow". E' stato fatto nel 1836 e simboleggia il cammino degli americani verso ovest. Nella parte destra del quadro tutto è luminoso, c'è vita, c'è il fiume, insomma quella parte è stata "civilizzata" dall' arrivo dei futuri salvatori del mondo. A sinistra invece c'è quella brutta macchia nera che deve ancora essere "illuminata" dalla ragione e dal mandato divino degli ormai ex-coloni.
In realtà dietro quella macchia nera c'era un popolo che già da millenni popolava quelle terre: i cosidetti "indiani d'America" che i "civilizzatori" hanno in gran parte sterminato e in piccola parte imprigionato in riserve a dir poco umilianti. Fra poco arriverà il post sui pellerossa, ed è pronto anche il secondo mostro giapponese, sembra di no ma mi do da fare:)


P.S. So che qualcuno mi ha mandato una mail all' indirizzo everberz@gmail.it cliccando sul link qui a fianco per quanto riguarda "Segnala l'Usanza". Non ho più questa mail perchè mi dava problemi. Scrivetemi su alberz85@hotmail.it .

3 commenti:

Emilio ha detto...

Beh.. primi esempi di propaganda!

Il cane di Jack ha detto...

Ehi ma quando riprendi a postare qualcosa?
Io aspetto, con rispetto
I.

EveRBerZ ha detto...

Carissimo cabe di Jack, mi dispiace molto non scrivere per molto ma ho avuto molto da fare con l'università...inoltre per i nativi americani bisogna fare una bella ricerca...Comunque torno presto...grazie dell' interessamento

P.S Bentornato Emilio