domenica 25 maggio 2008

Appello urgente



Dal movimento umanista di Firenze mi inviano un appello urgente. Il riarmo mondiale per il quale nazioni come U.S.A, Russia, Cina, Iran e compagnia stanno investendo un sacco di risorse in barba alla crisi economica di alcuni di loro esiste, ma la gente non lo vuole, in Repubblica Ceca sono il 70% ma il governo ignora loro e sembra che voglia far costruire un sistema radar antimissile made in U.S.A! Ricorda Vicenza...

Chi può firmi e chi può vada al presidio poiché è cosa buona e giusta.




DICIAMO NO ALLA COSTRUZIONE DEL SISTEMA RADAR ANTIMISSILE USA IN REPUBBLICA CECA.


Firma e fai firmare la petizione online su http://www.nonviolence.cz/.


Quello che non ti diranno mai è che si stanno riarmando, e questa volta è molto più pericoloso. Questa è l'opinione di Noam Chomsky, Mikhail Gorbachov e del fisico italiano Angelo Baracca che ha appena sottoscritto l'appello.

Il Parlamento della Repubblica Ceca dovrà esprimersi sulla costruzione di una base militare degli Stati Uniti ed è probabile che voterà a favore della sua installazione, nonostante il 70% della popolazione sia contrario. Vista l’urgenza della situazione, abbiamo lanciato una petizione on-line per fare pressione sul Parlamento e chiedere che la questione sia risolta con un referendum.
Il progetto degli Stati Uniti NMD – sistema missilistico nazionale, è un progetto molto complesso che prevede la produzione di nuove armi e l’installazione di basi militari americane in diversi punti del pianeta. In particolare in Europa il primo passo è l’installazione di un radar in Repubblica Ceca e di una base con missili intercettori in Polonia. Questo piano ha diviso l’Europa, che al momento attuale non è in grado di dare una risposta unitaria, coerente e nonviolenta alla politica aggressiva degli Stati Uniti. Le reazioni della Russia e della Cina hanno creato un’atmosfera da “guerra fredda”. Aumentano le tensioni internazionali, è ripresa una folle corsa agli armamenti (convenzionali e nucleari) e soprattutto si pongono le basi per la militarizzazione ed il controllo dello spazio.

Ti chiediamo di appoggiare la nostra protesta nonviolenta. Questo piano non riguarda solo i Cechi ma tutta l’Europa e, in definitiva, il mondo intero.

In solidarietà allo sciopero della fame degli attivisti Cechi Jan Tamas e Jan Bednář iniziato 13 giorni fa per protestare contro l'installazione della una base radar anche Firenze si unisce al grande movimento che si oppone al riarmo atomico.

In molte città italiane la protesta si estende, Dino Mancarella a Trieste (in digiuno ormai da 10 giorni), Isabel Torres e Federica Fratini a Roma (in digiuno da 7 giorni), e tutti i movimenti che appoggiano la protesta contro lo scudo stellare che stanno manifestando in questo momento anche a Budapest, Londra, Amsterdam, Berlino, Parigi, Copenhagen, Malaga, Tolosa e hanno trovato consenso e appoggio in tutto il mondo.



Il Movimento Umanista e la Rete Semprecontrolaguerra invitano al presidio informativo tutti i giorni dalle ore 15.00 alle ore 20.00 in piazza Beccaria a Firenze. Chi lo desidera può unirsi al presidio per una protesta creativa, dando la sua disponibilità' su: http://www.doodle.ch/47xvraa86agi2rye.


Per favore informati, aiutaci a diffondere con ogni mezzo queste notizie che i grandi mass media non faranno mai circolare, forse perchè sanno bene che la gente non vuole una nuova guerra fredda. Firma e fai firmare la petizione online su http://www.nonviolence.cz/.

6 commenti:

derses ha detto...

Grazie per aver pubblicato l'appello. Ieri lo sciopero della fame è cominciato anche a Torino e qui a Firenze stiamo organizzando una "carcerolada" per chiamare i giornalisti e fare eco. A Trieste ad alcuni militanti umanisti ricevuti in Rai è stato detto che la Rai stessa non può parlare di questo tema, del quale la gente non sa niente mentre dovrebbe invece sapere tutto e poter scegliere! Ciao e grazie ancora.

EveRBerZ ha detto...

ciao, ma sei save?
La Rai è una specie di associazione a delinquere quando si impegna...

P.S. Ho contattato il mediatore culturale Rom, a giorni gli mando l' intervista, la pubblico qua e ve la spedisco cosi la pubblicate anche voi. A presto ciao!

No Algore ha detto...

Perchè la parola "razzismo" non sia solo un condimento per infarcire centinaia di blog ogni giorno, ecco una riflessione sulle radici del problema in Italia:
Ambientalismo di Razza

giulia ha detto...

Grazie per questo prezioso appello, Giulia

vitto ha detto...

ti seguo sempre grande uomo, apprezzo il tuo impegno e la tua gioia nel modo di vivere e di rapportarti ad un mondo che demoralizza un po' se non si scoprono le cose belle che racchiude (materiali ed immateriali)...la questione del riarmo è un grande problema ed il timore è che gli americani non se ne andranno mai dalle loro basi logistiche dietro casa nostra. queste storie mi toccano da vicino dato che a pochi chilometri tra livorno e pisa (ma molto più vicina a livorno) collegata da treno ed aeroporto militare la base di camp derby regna sovrana su un appezzamento di terreno immenso, si inoltra dentro una pineta gigantesca che ricopre e suddivide il territorio labronico da quello pisano.(credo che abbia veramente le dimensioni di un paese!) A poco sono valse le vecchie manifestazioni, ormai ricordi di una gioventù arrabbiata. insomma tutte queste divagazioni solo per salutarti, augurarmi di vederti presto e dire a qualcuno (te!) che firmerò portandomi appresso i pochi che ancora ci pensano a questi soprusi e sfruttamenti senza esserne ormai narcotizzati dall'abitudine e dall'apatica rassegnazione. salutoni vitto.

Anonimo ha detto...

aaaaaaaaaaaaaaaaah oltretutto decidi anche se pubblicarlo o meno!!!! e io che mi incazzavo per doverlo riscrivere.....